Esta | visa per l' America | USA Visa Waiver Program
esta stati uniti

Esta | visa per l' America | USA Visa Waiver Program

Negli USA non possono essere introdotti cibi come: pasta, formaggi, salumi ma anche piante e animali. Nella circostanza in cui portereste con voi un animale domestico, dovrete necessariamente presentare un’attestazione effettiva rilasciata dal vostro veterinario, che provi lo stato di salute reale del vostro animale domestico. Nella prima parte del modulo dovrete di nuovo inserire i vostri dati anagrafici.

Nella seconda parte invece, vi verrà chiesto: Che cosa avete portato con voi? a:) frutta, piante, cibi o insetti? b:) carne, animali o altre sostanze animali? c:) agenti contaminati, coltura di cellule, o lumache? d:) se avete visitato fattorie, ranch o pascoli fuori dagli Stati Uniti; Tu o altro componente della tua famiglia avete toccato animali al di fuori dagli USA? Tu o altro componente della tua famiglia trasportate più di 10.000 dollari o un analogo importo in moneta straniera? Se la risposta è si dovrete compilare per forza anche il Customs Form 4790; Tu o altro membro della tua famiglia trasportate oggetti commerciali da rivendere negli USA? Se sei residente negli Stati Uniti devi immettere il valore totale di tutti le cose (incluse quelle di carattere commerciale) che hai acquisito all'estero. - Se sei un turista (non residente negli USA) immetti il valore totale delle cose (incluse quelle commerciali) che portare negli USA e che rimarranno qui. Si tratta di un’attestazione di tipo cumulativo, in quanto è solo necessario completare un unico modello che vale per tutto il nucleo familiare. Smarrimento o furto del Passaporto.

Nel caso in cui smarriste o vi venisse rubato il vostro passaporto in terra Americana agite in questo modo: mantenete la calma perché sicuramente riuscirete a tornare nel vostro paese di provenienza, denunciate la cosa alla Polizia che vi rilascerà la denuncia e fate 4 fototessere per passaporto e con la denuncia rilasciata dalla Polizia presentatevi al consolato più prossimo a voi, qui vi sarà rilasciato il foglio di via che consentirà il vostro rientro in patria. Comunque vi consiglio di avere sempre a portata di mano una fotocopia di tutti i documenti, in maniera tale da rendere alquanto celere l’intera pratica. Il Programma “Secure Flight”, stabilito dal Dipartimento di Sicurezza degli Stati Uniti (giugno ’10), ha come scopo principale quello di verificare con grande celerità l’idoneità dei viaggiatori che intendono effettuare un viaggio negli USA o rientrare nel proprio paese di origine, e rendere immediati i controlli di sicurezza nelle aeree di imbarco.

Per tutte le partenze da effettuare queste notizie dovranno ottenersi dai PNR, al massimo nelle 72 ore prima di effettuare il viaggio: NOME E COGNOME, uguale a quello presente pure nel passaporto e nella richiesta di prenotazione DATA di NASCITA, GENERE (Maschio / Femmina). Se non si è in possesso di queste notizie (nel PNR per gli aerei, o nella prenotazione per le navi, se si effettua una partenza in crociera) ai passeggeri potrebbe non essere concesso l’imbarco. Il suggerimento che vi diamo è di controllare costantemente il termine di scadenza del Vostro Passaporto e pure quello del visto d'ingresso per il paese in cui si intende partire. Chi è cittadino in Italia e fa ingresso negli Stati Uniti, Puerto Rico o Isole Vergini USA (pure se vi transita solo) dovrà essere in possesso di un tipo diverso di passaporto a lettura ottica. Anche per i bambini e per quelli neonati è richiesto un proprio passaporto individuale di tipo nuovo.

Al contrario, quelli che sono in possesso del vecchio tipo di passaporto, l’importante è che sia in corso di validità, dovranno essere necessariamente in possesso di un Visto turistico per gli Stati Uniti, visto che viene rilasciato per tempo rivolgendosi alle Ambasciate di competenza territoriale prima di effettuare il viaggio dall'Italia. I passaporti che sono stati emessi (o rinnovati) tra il 26 Ottobre 2005 e il 26 Ottobre 2006 per forza dovranno essere muniti di foto in digitale; chi è in possesso di un passaporto a lettura ottica senza fotografia in digitale che è stato emesso entro siffatto periodo dovrà richiedere e conseguire un normale visto di ingresso prima della sua partenza per gli USA. Tutti coloro che possiedono un passaporto a lettura ottica la cui emissione è avvenuta prima del 26 ottobre 2005, potranno ancora viaggiate negli USA senza la presentazione di una domanda di visto di ingresso come previsto dal Visa Waiver Program. Per capire se la foto inserita nel vostro passaporto è in digitale basta capire se la stessa sia direttamente stampata e che non si tratti della classica fototessera apposta con adesivo e quindi laminata sul passaporto.

La fotografia in digitale si può modificare e quindi essere soggetta a contraffazione con molta più difficoltà. I passaporti la cui emissione (o rinnovo) sono avvenuti dopo il 26 Ottobre 2006 dovranno essere “elettronici”, e dunque, oltre alla foto in digitale, dovranno avre un chip che contiene tutte le informazioni anagrafiche e biometriche. Questi aspetti rientrano in tutti i requisiti richiesti dal programma diretto ad aumentare le misure di controllo per i cittadini Americani e per i passeggeri internazionali; tutto ciò anche con il fine di controllare attentamente e senza equivoci l’idoneità dei documenti di ogni viaggiatore. Altresì tenete presente che, a partire dal 30 Settembre 2004, per tutti coloro che rientrano nei paesi aderenti al programma "Visa Waiver Program" (tra cui il nostro), all’ufficio di controllo immigrazione statunitense viene effettuata una fotografia in digitale e si fotocopiano le impronte digitali. Siffatte procedure in atto sull'immigrazione sono state immesse dopo gli accadimenti degli ultimi tempi. Una particolare attenzione va fatta per coloro che hanno meno di 21 anni.

Negli Stati Uniti molti hotel non ammettono le richieste di prenotazione effettuate da persone che hanno meno di 21 anni, senza che via sia la presenza di una persona adulto che abbia raggiunto i 21 anni di età. Proprio per queste ragioni si consiglia prima di passare ad una richiesta di prenotazione di capire se l’hotel in cui avete intenzione di pernottare o eventualmente soggiornare ammette le prenotazioni dei minori di 21 anni senza la supervisione di un adulto che abbia raggiunto tale età. Informazioni che vengono richieste ai passeggeri sul mezzo di trasporto in viaggio verso gli Stati Uniti o di ritorno dal medesimo paese. a questo punto è necessario informare i passeggeri che il “Department of Homeland Security“ (Dipartimento per la sicurezza interna) degli Stati Uniti ha applicato una normativa che impone a tutte le agenzie di viaggio l’iscrizione corretta di tutti i dati dei passeggeri in viaggio verso gli Stati Uniti e a trasmettere queste informazioni ai governi statunitensi.

Per questo motivo sul mezzo di trasporto che prenderete vi verrà domandato, al momento del checkin, l’indirizzo del primo hotel (o abitazione privata) dove soggiornerete negli Stati Uniti. Nella circostanza in cui passerete la prima notte su una nave da crociera, indicare con precisione il nome dell’agenzia navale e il posto da cui effettuate la partenza. Se, mentre, ancora non avete deciso dove permanere la prima notte negli USA , indicare con precisione il luogo e il posto dove intendete pernottare. Tenete altresì presente che queste notizie sono necessarie per ottenere l’autorizzazione all’ingresso nel paese da parte dei governi statunitensi.

All’interno di queste modalità di misure di sicurezza non rientrano i cittadini americani, quelli che hanno un permesso di soggiorno stabile per gli Stati Uniti e quelli che sono solo in transito negli Stati Uniti e che poi viaggiano in altri paesi. Informazioni che riguardano il vostro bagaglio a mano. Tenete presente che sono state adottate nuove disposizioni per il trasporto a mano del vostro bagaglio sull’aereo o sulla nave che effettuano partenze da tutti i paesi dell’Unione Europea (incluso Norvegia, Islanda e Svizzera), per qualsiasi direzione e sugli aerei negli USA e Puerto Rico. È utile ricordare che è ammesso il trasporto di un solo bagaglio a mano per ogni passeggero a bordo dell’aereo per gli USA, il cui peso e capienza siano ridotti (misure che possono cambiare in base all’agenzia di volo utilizzata). Nelle aree di controllo di sicurezza di qualsiasi aeroporto saranno effettuati controlli e verifiche ad ogni passeggero e ai loro bagagli, come anche a tutti quegli oggetti non autorizzati dai regolamenti in vigore, come per esempio se vi sono sostanze liquide.

Nel bagaglio a mano potete portare con voi soltanto ridotte dosi di prodotti liquidi. Per prodotti liquidi ci si riferisce a: acqua, gel, aerosol, oli e lozioni, profumi, creme, spray e recipienti sotto pressione, come le schiume da barba e deodoranti, paste come il dentifricio, miscele di liquidi/solidi, mascara. Siffatti prodotti liquidi vanno posti in contenitori la cui capienza massima deve essere di 100 ml ciascuno (90ml/3 fl.oz Usa, per i viaggi dagli USA e Puerto Rico e partenze effettuate all’interno di questi Paesi). Contenitori più capienti, pure se non riempiti del tutto o arrotolati (come il dentifricio), non vengono ammessi. Siffatti contenitori devono poi essere riposti in un unico sacchetto di plastica, trasparente e richiudibile, la cui capienza sia massimo di 1 litro, ossia che non superi i cm 18 x 20. I contenitori devono essere messi nel bagaglio e il sacchetto di plastica deve contenere tutti questi recipienti ed essere chiuso. Questo sacchetto va poi presentato singolarmente per essere sottoposto a controllo di sicurezza separato. Per ogni passeggero (dunque vi rientrano pure i bambini e i neonati) le disposizioni vigenti permettono il trasporto di un solo sacchetto di plastica che possieda la capienza di cui sopra.

Le cose che sono ammesse al trasporto senza la necessità del sacchetto di plastica con limiti di capienza ben definiti, a patto che vengano presentati al controllo di sicurezza per effettuare tutte le eventuali verifiche, sono: - medicinali (liquidi, aerosol o gel) necessari per effettuare il viaggio. Potrebbe anche presentarsi la necessità di trasportare i seguenti prodotti - alimenti per bambini (latte in polvere, latte materno, succhi di frutta, altri cibi) in contenitori molto piccoli, l’importante è avere con sé il bambino/neonato. Tutte le sostanze liquide e che sono vietate dai regolamenti in vigore saranno soggette a perquisizioni e saranno sequestrate.

Le normative vigenti fanno riferimento solo al bagaglio a mano; può essere tuttavia eseguito il trasporto di sostanze liquide (bisogna soltanto assicurarsi che non si tratti di sostanze vietate) nel bagaglio da imbarcare nella stiva. A partire dal 1/1/2008 il Dipartimento dei Trasporti per i passeggeri interessati ha stabilito massimo il trasporto di due batterie al litio sia nel bagaglio da portare sull’aereo che in quello da imbarcare nella stiva. Inoltre questi oggetti devono essere trasportati separatamente e in appositi sacchetti di plastica o trovarsi nei loro originali involucri. Questa pratica, sostiene il Dot, è divenuta d’obbligo poiché è aumentato notevolmente il trasporto di oggetti elettronici, per cui vi è la necessità di trasportare batterie al litio; comunque siffatti oggetti vengono considerati a rischio in quanto possono essere soggetti a surriscaldamento e, dunque provocare incendi.

Regole nell’Aeroporto. Quando si viene sottoposti alle misure di controllo, bisogna necessariamente: - presentare agli addetti alle misure di sicurezza tutti i prodotti liquidi che possedete nei vostri bagagli a mano, per rendere più celere il loro accertamento – togliersi il giubbotto per eseguire il controllo separatamente – mostrare tutti i computer portatili e tutte gli altri oggetti elettronici di grandi dimensioni, in modo che vengano controllati separatamente.

Sull’aereo possono essere portati prodotti liquidi, come bevande e profumi, acquisiti nelle aeree Duty-Free, che si trovano oltre le aeree di sicurezza degli aeroporti dell’Unione Europea o dentro i mezzi di trasporto quali aerei utilizzati da compagnie di volo che fanno parte dell’Unione Europea. Non si deve per nulla al mondo aprire le buste e i sacchetti di plastica in cui sono riposti i prodotti e SI NO conservare sempre la ricevuta fiscale che prova di aver acquistato il prodotto; in maniera diversa mente i prodotti acquistati nei Duty-Free degli aeroporti di scalo potrebbero essere soggetti a perquisizione e anche sequestrati.

Tutti questi siffatti prodotti liquidi saranno da considerarsi come aggiunte alle quantità di prodotti liquidi che devono inserirsi nel sacchetto di plastica. Attualmente (di fronte ad un nuovo regolamento), non possono portarsi sul mezzo di trasporto prodotti liquidi acquistati nei reparti di vendita di Paesi Extra-Ue o su aerei di linea Extra-Ue; questi oggetti possono essere soggetti a sequestro in circostanza di scalo nell’aeroporto in Europa/Italia.

Quello che è stato esposto precedentemente in merito ai regolamenti in vigore e applicati, dall’Enac (in merito ai documenti presentati dall’Unione Europea) e dalla Federal Aviation Administration degli USA. Nel caso in cui si presentino dei dubbi, soprattutto prima di intraprendere il viaggio, è utile ottenere informazioni precise dalla propria compagnia di viaggio. L’adozione di simili procedure di misure di sicurezza potrebbe comportare delle lentezze nelle pratiche di imbarco; Ci teniamo quindi a sottolineare di giungere in aeroporto con molto anticipo.

Esta America | visto Americano: autorizzazione al viaggio

ESTA | visto elettronico per l'ingresso negli Stati Uniti

Le autorità statunitensi hanno provveduto poi a prescrivere una nuova procedura elettronica di registrazione on-line dei dati dei soggetti che fanno parte di quei paesi che aderiscono al programma del Visa Waiver Program (VWP) che effettuano permanenze bravi negli Stati Uniti e principalmente per ragioni di affari, di lavoro o turistiche. L’Eletronic System for Travel Authorization (ESTA) verrà utilizzato per sostituire il modulo I- 94W, che solitamente veniva consegnato a bordo dell’aereo, e consentirà alle autorità americane di effettuare i dovuti controlli sulle persone che intendono entrare negli USA prima del loro imbarco. Siffatta pratica verrà messa in atto a partire dal 12 gennaio 2009 e si potrà effettuare la registrazione on-line, al sito web. Il modulo “ESTA” può essere completato in qualsiasi momento ma si consiglia comunque di effettuare siffatta compilazione entro le 72 prima della partenza. Un’autorizzazione “ESTA” (come già succede allo stato attuale nell’ambito del programma del Visa Waiver Program) non consentirà automaticamente l’autorizzazione negli USA che sarà ottenuto sempre a discrezione dei funzionari della frontiera pertinente.

Per saperne di più rispetto al programma “ESTA” siete tenuti a consultare il sito web. Se si presentano intoppi amministrativi che riguardano soggiorni effettuati in precedenza (come multe per eccesso di velocità, permanenze più lunghe di quelle prescritte in viaggi fatti in precedenza, ecc.) sicuramente le autorità potranno vietarvi di fare ingresso negli USA, e sicuramente vi troverete in serie difficoltà e sarete costretti a fare subito ritorno in terra italiana. Informazioni sui viaggi all’estero per quel che concerne i minori. Tenete bene a mente che tutti i regolamenti per quel che riguarda i viaggi all’estero di soggetti minori variano anche in base a quelle che risultano essere le disposizioni a livello nazionale dei singoli Paesi. La normativa che vige nel nostro paese (mese di novembre 2009) ha previsto come elemento obbligatorio il possesso di un passaporto individuale anche per i minori il cui termine di scadenza varia generalmente in base all’età del soggetto (tranne il termine di scadenza dei passaporti in cui i minori sono già presenti).

Per questo viene consigliato di essere costantemente aggiornati chiedendo informazioni presso la propria Questura di pertinenza territoriale come pure presso le Ambasciate o i Consolati americani accreditati nel nostro paese o addirittura presso la propria compagnia di volo. Notizie sulle disposizioni in ambito sanitario. Non si prevede alcun tipo di vaccinazione, anche se il consiglio che viene dato è quello di sottoscrivere una polizza assicurativa che garantisce una copertura senza limitazioni di nessun tipo. Quali sono i regolamenti doganali in merito ai propri bagagli. Le prescrizioni vigenti per ciò che concerne le misure di controllo stabiliscono che i bagagli debbano sempre essere sottoposti ad ispezione da parte dei funzionari addetti a ciò.

Durante i volti fatti all’interno del continente i bagagli non possono essere chiusi con lucchetti o con chiavi a combinazione; dunque se ci saranno forzature per provvedere alle dovute ispezioni non si potrà ottenere alcun risarcimento in merito. Negli aeroporti intercontinentali vengono stabilite modalità di sicurezza diverse tra loro a seconda della compagnia di volo scelta, ecco perché sarà necessario ottenere tutte le informazioni utili prima di passare all’imbarco dei propri bagagli. Proprio la compilazione anticipata del modulo in questione e che si provvederà a consegnare durante il viaggio renderà più celeri le ispezioni di frontiera che saranno effettuate nel primo aeroporto di atterraggio negli Stati Uniti. Possono essere trasportati, con esenzione dei diritti doganali, oggetti personali come, 300 sigarette, 50 sigari, 0.964 litri (un quarto di gallone) di alcolici o vino.

Non si possono trasportare: piante, fiori, frutta, legumi e salumi. Le attività di importazione o esportazione di valuta sono permesse fino a un massimo di 10.000$ e all’interno di questo limite non si deve necessariamente presentare un certificato di attestazione. Condizioni climatiche. Gli Stati Uniti presentano fasce climatiche diverse: nella parte atlantica: clima continentale, più gradevole a sud dalla corrente del Golfo del Messico. sud-est: clima tropicale in Florida e nelle zone che si affacciano sul Golfo del Messico. Nelle pianure centrali: clima continentale con stagioni estive calde e secche e stagioni invernali fredde e nevose. Sulle montagne rocciose: stagioni invernali fredde e abbondanti nevicate nel Montana e nel Colorado; clima temperato nei deserti dell’Arizona, Nevada e Nuovo Messico.

Zona nord Pacifico: clima temperato. Zona sud Pacifico: stagioni invernali miti e stagioni estive lunghe e aride. Fuso orario. Le zone orarie degli Stati Uniti della fascia continentale sono quattro (eccetto l’Alaska e Hawaii). Eastern Time (es. New York meno 6 ore) Central Time ( Chicago meno 7 ore) Mountain Time (Denver meno 8 ore) Pacific Time ( Los Angeles meno 9 ore) Alaska e Hawaii entrambe due 2 ore in meno rispetto al Pacific Time. L’ora legale (Daylight Saving Time) viene utilizzata a partire dalla prima domenica del mese di aprile fino all’ultima domenica di ottobre. Valuta.